Ellecubica

Le piccole e medie imprese (PMI) costituiscono il tessuto fondamentale dell’economia italiana, contribuendo in modo significativo alla generazione di occupazione e al Prodotto Interno Lordo. Tuttavia, spesso queste imprese, pur essendo motore trainante dell’economia, possono trovarsi di fronte a sfide uniche e complesse. In questo contesto, il coaching dinamico emerge come uno strumento potente e trasformativo che può svolgere un ruolo chiave nel promuovere la crescita sostenibile e il successo delle PMI italiane.

Le PMI: Il Cuore Battente dell’Economia Italiana

Con oltre il 90% delle imprese italiane classificate come PMI, queste aziende rappresentano la spina dorsale dell’economia nazionale. Dal commercio alle manifatture, dall’innovazione tecnologica ai servizi, le PMI svolgono un ruolo cruciale nella creazione di valore economico. Tuttavia, spesso si trovano ad affrontare sfide come la gestione delle risorse limitate, la concorrenza globale, e la necessità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato.

Numeri e Dati che Parlano

Per capire l’entità dell’impatto delle PMI sull’economia italiana, basta dare uno sguardo ai numeri. Le PMI generano una percentuale significativa del PIL italiano, contribuendo in modo sostanziale alla ricchezza nazionale. L’implementazione del coaching può essere vista come un acceleratore che potenzia le competenze di addetti, manager e imprenditori, aumentando l’efficienza operativa e la produttività.

Affrontare i 5 ostacoli all’eccellenza nelle PMI

Le piccole e medie imprese spesso si trovano ad affrontare sfide uniche che possono ostacolare il loro cammino verso l’eccellenza. Ve ne sono molte: nei miei +30 anni di esperienza in varie PMI in ruoli diversi, da dipendente a manager a imprenditrice, a consulente, formatrice e Coach ho individuato 5 sfide che più di altre, rappresentano un vero e proprio deterrente alla crescita e all’eccellenza.

1. Assenza di fiducia verso la proprietà

La mancanza di fiducia tra i dipendenti e la proprietà può creare un ambiente lavorativo poco collaborativo. Il coaching può svolgere un ruolo cruciale nel ristabilire la fiducia, facilitando il dialogo aperto e costruttivo tra le parti. Attraverso sessioni di coaching personalizzate, imprenditori e manager possono apprendere a comunicare in modo più efficace, dimostrando trasparenza e coerenza nelle decisioni aziendali.

2. Tendenza al micromanagement da parte di imprenditori e responsabili

Il coaching offre agli imprenditori e ai responsabili l’opportunità di sviluppare abilità di leadership più efficaci. Attraverso l’analisi delle dinamiche gestionali durante le sessioni di coaching, si possono identificare strategie per delegare responsabilità in modo appropriato, incoraggiando una maggiore autonomia e fiducia tra i membri del team.

3. Assegnazione di ruoli basata sull’anzianità invece che sul merito

Il coaching dinamico può svolgere un ruolo cruciale nel cambiare il paradigma dell’assegnazione dei ruoli. Attraverso il supporto di un coach, i leader possono apprendere a riconoscere e valorizzare le competenze e il merito piuttosto che basare le decisioni sul tempo di servizio in azienda. Il coaching incentiva una cultura aziendale basata sulla meritocrazia, aumentando la motivazione e l’impegno di tutti.

4. Richiami pubblici in caso di errore

Il coaching può aiutare a trasformare l’approccio nei confronti degli errori. Invece di richiami pubblici umilianti, il coaching promuove un approccio costruttivo alla gestione degli errori. I leader, attraverso il coaching, apprendono a fornire feedback costruttivi in modo rispettoso e orientato al miglioramento, contribuendo a creare un ambiente di lavoro più positivo e collaborativo.

5. Assenza di lodi e riconoscimenti

Il coaching dinamico può influenzare positivamente la cultura aziendale, incoraggiando la pratica della gratitudine e del riconoscimento. Manager, responsabili e imprenditori, attraverso il coaching, imparano a riconoscere (non pubblicamente) i successi e le performance dei dipendenti. Questo non solo motiva il personale, ma crea anche un ambiente in cui il lavoro ben svolto è apprezzato e ricompensato.

Lo vedo ogni giorno in azienda, come Corporate Coach, Team Coach o in ruoli di Consulenza HR, il coaching è, a tutti gli effetti, un catalizzatore potente per affrontare e superare gli ostacoli all’eccellenza nelle PMI.

Investire in programmi di coaching dinamico non solo aiuta a sviluppare abilità di leadership avanzate ma contribuisce anche a creare un ambiente di lavoro che promuove la fiducia, la meritocrazia e il riconoscimento, sostenendo il cammino delle PMI verso il successo sostenibile. E considerando i numeri citati all’inizio ritengo sia ora di ridefinire il concetto di successo sostenibile. Magari in un prossimo articolo.

 

Autrice

Lucilla Rizzini

Direttrice del Master in Coaching riconosciuto da AICP & Founder di @Ellecubica

Professional Certified Coach (PCC) ICF

Esperta di comunicazione interculturale per il business

20 anni di esperienza nel business internazionale come Export Manager, Key Account Manager & Global Sales Director

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina